Matrimonio? Sono pronto

Matrimonio… che parolone! Fin dai tempi dell’università  sento parlare di differenze di genere: differenze nell’ apprendimento, differenze nella scelta dei giochi, nella risposta emotiva e psicologica…differenze con le quali, bisogna, in effetti, fare i conti nella quotidianità. Insomma, se c’è una cosa che ho appreso studiando, e soprattutto lavorando, è che per quanto ci possiamo […]

Matrimonio… che parolone!


Fin dai tempi dell’università  sento parlare di differenze di genere: differenze nell’ apprendimento, differenze nella scelta dei giochi, nella risposta emotiva e psicologica…differenze con le quali, bisogna, in effetti, fare i conti nella quotidianità.

Insomma, se c’è una cosa che ho appreso studiando, e soprattutto lavorando, è che per quanto ci possiamo impegnare per abbattere , e non sempre, aggiungo io giustamente, le barriere che separano l’uomo e la donna, fondamentalmente delle differenze esistono e bisogna tenerne conto quando ci si trova all’interno di una coppia che si appresta al matrimonio. Non è un caso che usiamo zone del cervello diverse nei nostri ragionamenti e nei fatti è comprovato che l’uomo sia molto più razionale della donna che invece risulta essere più emotiva e sentimentale. Non amo le generalizzazioni ma in effetti dalle mie esperienze ho verificato che quasi sempre sono le donne a vedere tutto in modo romantico e positivo, e gli uomini invece vedono solo i problemi e le preoccupazioni legate ad un rapporto e alla crescita dello stesso, verso un nucleo familiare.

La donna è pronta al matrimonio fin dall’infanzia: raccontiamo alle bambine fiabe bellissime che si concludono con un matrimonio e un “ e vissero per sempre felici e contenti”, ai bambini invece si raccontano storie di gnomi e mostri che si azzuffano e poi diventano amici…insomma, ci rendiamo conto che i bambini e futuri uomini non hanno una predisposizione al matrimonio perché si tratta di un’idea che non cresce con loro e sulla quale non fanno voli pindarici.

Tutto questo ci dovrebbe far capire meglio perché quando si sta insieme da tanti anni e una donna dice con fermezza al proprio uomo” o ci sposiamo o ci lasciamo!”, l’uomo normalmente predilige la seconda ipotesi tosto poi tornare dopo un po’ di tempo sulle proprie decisioni ed essere pronto al matrimonio.

La donna vede i preparativi del matrimonio, l’abito bianco, la scelta delle bomboniere, le damigelle, la scelta del cibo, dei colori per il tovagliato, la luna di miele, tutto ciò che contorna il matrimonio e lo rende speciale…l’uomo forse vede la luna di miele ma per il resto non potrà mai accorgersi della bellezza del matrimonio che nota una donna perché noterà altro: le spese, la ricerca della casa, possibilmente il trasloco, il mutuo etc… è diverso, no??

Lo è, ma lo è soltanto per un uomo che non è sicuro del passo che sta facendo, che non è sicuro dell’amore che prova per la donna con cui condivide la sua vita da tanti anni, per l’uomo che magari preferisce soffermarsi sulle esperienze negative che i suoi amici hanno verso il matrimonio, che non mancheranno occasione per fargli notare certe cose, per l’uomo che dipende in tutto e per tutto dalla propria madre e che cercherà in voi una sostituta momentanea ma che alla prima occasione tornerà da lei, il suo primo, vero amore…

Ma la domanda che mi pongo è: “ Davvero vorremmo sposare uomini così???”, mi auguro che la risposta sia stata: “ Ma proprio no!!”. Bene, perché poi, ci sono gli altri uomini, quelli che vi amano e non hanno paura di dimostrarlo, quelli che vedono la vostra casa, non come una galera, ma come un nido nel quale amarsi e crescere i vostri figli, quelli che sanno che non potrebbero vivere senza di voi, quelli che condivideranno con voi tutto quello che riguarda l’organizzazione del matrimonio e lo faranno con gioia, quelli che amano il ragù della loro mamma ma che alla fin preferiranno il vostro….beh, se avete la fortuna di avere vicino a voi un uomo così, allora aspettate, perché fidatevi che quando meno ve lo aspettate, vi dirà guardandovi negli occhi: “Sono pronto al matrimonio!”.

Graziella Giannotti
Latest posts by Graziella Giannotti (see all)

Lascia un commento