Lontani per un pò? Noi ci sposiamo lo stesso

Affrontare i problemi legati alla distanza che a volte, alcune coppie sono costrette a vivere fin da subito dopo il matrimonio, è decisamente complicato ma l’amore può superare davvero ogni cosa. Sposarsi è condividere la propria vita con un’altra persona, condividere tempo, spazi, hobbies, gioie e dolori e soprattutto vuol dire : “viversi” in tutte […]

Affrontare i problemi legati alla distanza che a volte, alcune coppie sono costrette a vivere fin da subito dopo il matrimonio, è decisamente complicato ma l’amore può superare davvero ogni cosa. Sposarsi è condividere la propria vita con un’altra persona, condividere tempo, spazi, hobbies, gioie e dolori e soprattutto vuol dire : “viversi” in tutte le sfaccettature possibili e immaginabili…..ma non sempre tutto fila liscio, non sempre è possibile vivere il sogno come nei film.

La realtà è un’altra, e sicuramente i promessi sposi se ne rendono conto già durante l’organizzazione del matrimonio che di per sé comporta una serie di sacrifici ed un investimento di tempo davvero notevoli. E allora che fare? Ci si organizza nei ritagli di tempo, nelle pause pranzo, dopo il lavoro  e in qualunque momento libero, ma cosa succede quando i due futuri sposi vivono lontani??? Beh, in questo caso è davvero un pandemonio! Per tutti!

Certo, corre è appena entrato l’anno 2017 e per fortuna tutti i mezzi che abbiamo a disposizione ci aiutano davvero tanto, ma siamo sinceri: andare alla prova dell’abito per il matrimonio della nostra migliore amica, darle un consiglio per le bomboniere o decidere insieme il vestito per le damigelle tramite whatsApp, non è certo la stessa cosa che farlo tenendole la mano e guardandola negli occhi!

E i futuri sposi come fanno quando vivono distanti e sanno che anche dopo il matrimonio, per un pò, la situazione resterà inalterata? Ci vuole pazienza e molta ironia!!! E poi bisogna guardare le cose da un punto di vista diverso da quello comune e vi assicuro che è possibile farlo, come in tutte le cose.

Ogni tanto, quando ero piccola, salivo su una sedia per vedere le cose da un altro punto di vista, per capire se cambiando prospettiva fosse possibile cambiare anche la reazione ad un situazione, e di solito funzionava.

Spostando l’attenzione su una situazione come il matrimonio, quando si vive lontani e lo si deve organizzare, ci si può dividere i compiti in modo da non stressarsi entrambi su ogni decisione , si può proporre qualcosa e poi chiedere l’opinione dell’altro, si può scegliere di fare il ricevimento in un luogo a metà strada e far visitare a tutti un luogo nuovo, non si è costretti a condividere tutto con la futura suocera. Poi quando ci si vede si farà il punto di tutto e sicuramente si eviteranno discussioni e impuntature inutili proprio per non perdere tempo e potersi dedicare ad altro.

Parto dal presupposto che quando si decide di sposarsi pur vivendo lontani, il sentimento deve essere davvero profondo e capace di superare i chilometri che ci sono a dividere i due futuri sposi ma sono anche consapevole che un rapporto vada coltivato giorno per giorno e vedersi magari solo una volta a settimana, di certo non aiuta…ma non credo che sia un fattore determinante nel fallimento di un rapporto.

Ok, ci si è sposati, e adesso??? Beh, se si lavora lontani, dopo la luna di miele, e fate che sia una grandiosa luna di miele, si tornerà a lavoro e…. E a questo punto bisogna davvero organizzarsi!

Prenotate con anticipo viaggi in treno o in pullman e ancora prima i viaggi in aereo, se la distanza è davvero tanta; decidete ogni tanto di incontrarvi in qualche altra città così creerete anche delle situazioni divertenti e visiterete dei bei posti; potrete decidere quando andare a pranzo con i genitori e con i suoceri perché nessuno vi obbligherà a passare del tempo con loro considerando il poco tempo che avete a disposizione; ogni volta che vi vedrete avrete tante cose da dirvi e tante coccole da farvi. Certo, ci saranno dei momenti in cui vi mancherete e vi sentirete soli e starete male per questo, ma vi prego, in quei momenti guardate la vostra fede e ricordatevi del profondo amore che vi unisce al vostro coniuge e pensate che non siete soli perché anche voi mancate tanto a lui/lei e subito dopo  mangiate un bel cioccolatino e vi sentirete meglio.

Graziella Giannotti
Latest posts by Graziella Giannotti (see all)

Lascia un commento