Le scarpe da sposa ideali. E se usassimo le ballerine?

Semplici, in raso, lavorate in pizzo o traforate: le scarpe da sposa sono l’accessorio più importante del giorno delle nozze.     Subito dopo la difficile scelta del vestito, arriva la scelta non facile delle scarpe da sposa.  I tessuti, colori,  la varietà di modelli aumentano la fatica della scelta per le più indecise! Ogni […]

Semplici, in raso, lavorate in pizzo o traforate: le scarpe da sposa sono l’accessorio più importante del giorno delle nozze.

 

 

Subito dopo la difficile scelta del vestito, arriva la scelta non facile delle scarpe da sposa.  I tessuti, colori,  la varietà di modelli aumentano la fatica della scelta per le più indecise! Ogni anno le case di moda, propongono modelli nuovi e originali, dalle ballerine ai sandali, fino alle calzature open toe dallo stile vintage, impreziositi con strass, ricami, cinturini e brillanti. Tacchi alti, sandali o scarpe chiuse, sono tanti i dubbi che tartassano la mente della sposa nel momento dell’acquisto.

Quali sono le scarpe da sposa ideali? Le scarpe da sposa perfette  designate dalle regole della  tradizione e dell’etichetta  indicano delle scarpe con tacco non troppo alto, dello stesso tessuto del vestito e con punte non esagerate, indipendentemente dalla stagione in cui ci sposa.  Da non sottovalutare la vestibilità e la comodità! La Sposa resterà in piedi per oltre 10 ore.

E se decidessimo di cambiare le scarpe per il ricevimento? Se ne siamo convinte , dobbiamo aver chiaro che l’abito deve permettere questo passaggio.  Non possiamo infatti indossare scarpe basse sotto un vestito pensato per un tacco 12!  Quindi il cambio scarpe comporta un cambio d’abito o un vestito di una lunghezza intermedia che consenta di usare scarpe altissime o bassissime. E comunque il momento più opportuno  per il cambio è l’inizio della festa, mai prima!

Oggi la scarpa più scelta anche nelle stagioni più ripide è il sandalo: in tessuto o gioiello, indossato con calze color latte o effetto nude. Scelta indicata soprattutto per i matrimoni all’aperto o sulla spiaggia.  Per chi ha poca dimestichezza con i tacchi, non desidera cambiare scarpe e desidera celebrare il giorno del matrimonio senza piedi doloranti o senza correre il rischio di barcollare sui tacchi, trova nelle ballerine una soluzione comoda.  Questa calzatura declinata nei colori del bianco, panna o ghiaccio, nonostante la sua semplicità, trova il giusto spazio in qualsiasi circostanza, anche nel giorno più importante di una donna.  Ci sono comunque sempre delle regole generali da seguire che sono quelle del buon gusto e dell’eleganza. Le scarpe devono essere adatte al modello di abito che andrete a indossare.  Se l’abito da sposa non è particolarmente elaborato e di lunghezza media, si possono  indossare dei sandali. Le ballerine invece saranno più adatte a un abito corto. La scarpa classica  scollata resta comunque quella preferita, che si adatta a qualsiasi abito, che sia in stile classico o moderno, lungo o corto!

Graziella Monaco

Esperta in comunicazione della cultura e dello spettacolo
Graziella Monaco

Lascia un commento