Ricetta: sedani rigati al pesto di pistacchio di Bronte con zucchine trifolate

Vi avevo salutato con la promessa di una ricetta facile facile, ma di grande successo. E’ giusto però, prima di spiegarvela passo passo, che faccia una degna introduzione all’ ingrediente che mi ha ispirato. Il “Pistacchio di Bronte”, soprannominato “oro verde”, oggi è tra i frutti più apprezzati della Sicilia nel mondo; i suoi alberi […]

Vi avevo salutato con la promessa di una ricetta facile facile, ma di grande successo.

E’ giusto però, prima di spiegarvela passo passo, che faccia una degna introduzione all’ ingrediente che mi ha ispirato. Il “Pistacchio di Bronte”, soprannominato “oro verde”, oggi è tra i frutti più apprezzati della Sicilia nel mondo; i suoi alberi crescono sulla pietra lavica e i frutti vengono raccolti tra Agosto ed i primi di Settembre, ai piedi degli alberi, viene poggiata la juta e con l’aiuto di un bastone di legno si colpiscono i rami così da farvi cadere sopra i frutti che poi vengono esposti al sole per farli asciugare.

Per fare crescere al meglio il frutto, però, la raccolta avviene ogni due anni. Per dare maggiore visibilità alla cittadina di Bronte ed al suo pregiatissimo frutto, 30 anni fa è nata una Sagra, (dal 2015 chiamata EXPO) dove è possibile gustare tante specialità gastronomiche a base di pistacchio.

Chissà quanti di voi , come me, almeno una volta non sono andati? A questo punto non vi resta che prendere nota di questa ricetta, cena e accendere i fornelli e invitare qualche amico.

Cosa vi serve? Presto scritto, per 4 persone:


  1. 320 gr. pasta sedani rigati
    n. 2 zucchine di media grandezza
    100 gr. Pistacchio di Bronte
    100 gr. Olio evo
    120 gr. Parmigiano Reggiano grattugiato
    100 gr. pomodorini ciliegino
    n. 1 spicchio di aglio
    n. 2 cucchiai di olio evo
    n. 1 cucchiaino di zucchero di canna
    sale e pepe q.b.

 

  • Per il pesto, tritate in un mixer 100 gr. di pistacchio di Bronte, 100 gr olio evo e un pizzico si sale, fino ad ottenere una crema omogenea.
  • Lavare, mondare e grattugiare le zucchine, riscaldare in un tegame i 2 cucchiai di olio evo insieme allo spicchio di aglio in camicia, unirvi quindi le zucchine e con l’aiuto di un cucchiaio di legno mescolare, cuocere a fuoco medio e coprire con un coperchio. Dopo 10 minuti aggiustare di sale e pepe, amalgamare bene e far cuocere per altri 5 minuti e comunque fino a quando la zucchina non risulti morbida.
    Spegnere la fiamma e lasciare le zucchine così trifolate all’intermo del tegame.
  • Per i pomodorini confit, tagliarli a metà appoggiarli su una teglia, irrorarli con olio evo, un pizzico di sale e poco zucchero, infornarli a forno preriscaldato a 120°, per 20 minuti.ricetta2
  • Lessate i sedani rigati in abbondante acqua salata, scolateli al dente e ultimate la cottura saltandoli nel tegame in cui avete trifolato le zucchine; aggiungete il pesto di pistacchio e amalgamate con il parmigiano reggiano. Servite la pasta decorando con qualche pomodorino confit e buon appetito!!!ricetta3La prossima volta condividerò con voi una ricetta “furba”, adatta a tutta la famiglia.
    A prestissimo, Daria

 

Lascia un commento